Insegnamento Progetto Horus
5. Il Papa e l’insegnamento
20 ottobre 2017
La Mappa dell’Amore!
10 novembre 2017

I Pink Floyd: musica e mappe dei Talenti…

Pink Floyd - Le mappe dei Talenti ne blog di Progetto Horus

I Pink Floyd sono un gruppo musicale britannico formatosi nella seconda metà degli anni sessanta. Nella loro carriera sono riusciti a riscrivere le tendenze musicali della propria epoca, diventando uno dei gruppi più importanti della storia della musica.

Pink Floyd e l'innamorato, il piacere di fare musicaIl gruppo dei Pink Floyd (http://www.pinkfloyd.com/) viene fondato dal cantante e chitarrista Roger Keith “Syd” Barrett (6/01/1946), dal bassista George Roger Waters (6/09/1943), dal batterista Nicholas Barclay “Nick” Mason (27/01/1944) e dal tastierista Richard William Wright (28/07/1943). Nel dicembre del 1967 si aggiunge al gruppo il chitarrista David John “Dave” Gilmour (6/03/1946) che si affianca e poi sostituisce definitivamente Barrett.

È sicuramente interessante notare come sia Gilmour che Barrett abbiano un 6, L’innamorato, in Disegno di Vita: ciò fa di loro persone legate all’arte e alla bellezza in generale, al piacere nel sociale, ma soprattutto al fatto di sentirsi scelti. Non a caso Gilmour, in talento, verrà scelto per sostituire Barrett, che invece evidentemente in conflitto, si sentirà “non scelto” ed abbandonato. Essendo nati lo stesso anno hanno in comune un 20 (Il Giudizio) e quindi un forte legame con la musica. Il 20 infatti è l’unica carta dei Tarocchi di Marsiglia che contiene uno strumento musicale.

Potremmo dire che questa sia una vera e propria chiamata di Dio, che si trasforma in un Desiderio irresistibile

Pink Floyd e il desiderio irresistibile per la musica

Gilmour ha il 20 anche in Personalità Profonda (come Mozart). Troviamo in lui infatti una forte capacità evolutiva, oltre al talento musicale; lui utilizza il desiderio per realizzare ciò che vuole. Il suo legame con la musica indurrà la rivista Rolling Stones a inserirlo al 14° posto nella lista dei migliori chitarristi di sempre. Nel lavoro Gilmour ha un 14, la Temperanza, che lo porta a creare legami, lo rende mediatore durante i dissensi nella band e lo aiuterà a “proteggere” il gruppo consentendo anche al reinserimento di Wright, che era stato escluso dopo alcuni problemi avuti con Waters durante la registrazione di “The Wall”.

Probabilmente questi dissensi erano stati determinati dal 5 (il Papa) in Personalità Profonda di Waters, vissuto da lui in maniera conflittuale. Ovvero, forse non si sentiva riconosciuto, e tale risentito può far diventare “tiranni”.

Questo rispecchia anche il 2, la Papessa, che Waters ha in conflitto e che quindi lo porta a eliminare: meglio carnefice che vittima. Non sentendosi riconosciuto (5) e scelto (6) decide di eliminare (2) Wright che ha un 22, il Matto, in conflitto ed in strumento. Questi accetterà di andarsene ma in realtà resterà facendo da turnista ai concerti. Riuscirà così a seguire comunque la sua “via” per raggiungere il suo obiettivo “andando per la sua strada”. A proposito di questo fatto Mason nell’autobiografia “Inside Out” dice: <<Il livello del contributo degli altri membri della band sembrava diventato il pomo della discordia […] . Quando cominciammo a realizzare le prime versioni grezze di alcuni brani di “The Wall”, nell’autunno del 1978, questo potenziale vulcano di futura discordia era, tuttavia, ancora dormiente.>>

Il 1978 è per Wright l’anno emblematico secondo la sua mappa e proprio in quell’anno esce il suo album solista “Wet Dream”.

Pink Floyd: brillare come il sole

Mason con il suo 19 (il Sole in Personalità Profonda, Sociale e Pronto Soccorso) si può definire il “padre” dei Pink Floyd, brilla di luce propria, con la sua voglia di costruire insieme ha mantenuto i collegamenti tra Waters e Gilmour (non dimentichiamo peraltro che a proposito di costruire insieme, senso del 19, il termine mason significa muratore, costruttore). Come il sole ci dà luce senza chiedere nulla in cambio, Mason ha donato al mondo, l’autobiografia già citata. Ciò anche grazie al suo 3, l’Imperatrice, nell’Equilibrio e quindi al suo bisogno di comunicare. Questo 3 lo porta a trovarsi bene nei gruppi di 3 persone e sarà proprio questo il numero dei componenti della band dopo il 1985.

Waters (come Gilmour e Barrett 6 in Disegno di Vita) con un 5, il Papa, nel Lavoro e in Personalità Profonda, portò avanti il progetto Pink Floyd come una guida, cercando di “unire con saggezza”. Dopo la pubblicazione di “The Final Cut” per lui l’esperienza Pink Floyd era conclusa. Cercando di essere riconosciuto da tutti come il cuore del gruppo arrivò ad una causa in tribunale per ottenere i diritti del nome, ma la perse, verosimilmente perché in quel momento viveva il 5 in modo conflittuale.

Pink Floyd Wish You Were Here secondo Progetto Horus Maurizio CoronaNell’album “Wishyouwerehere”, uscito il 15/09/1975 (ovvero 15 in Desiderio di vita: la passione; 9 in risposta automatica: la solitudine; 22 in memoria genealogica: la follia; e 10 in Personalità profonda: l’evoluzione; sì, si può calcolare la mappa anche dell’uscita di un album, come di tanti altri eventi!) Waters fa diversi riferimenti a Barrett come ad esempio nel testo di “Shine on you crazy diamond”:

“Remember when you were young, you shone like the sun.

Shine on you crazy diamond

Now there’s a look in your eyes, like blackholes in the sky “.

(Ricordi quando eri giovane, Splendevi come il sole, Continua a brillare pazzo diamante, ora c’è uno sguardo nei tuoi occhi come dei buchi neri nel cielo).

È interessante l’analogia con lo “splendere come il sole” e “brillare come un diamante” che usa quasi come se il suo inconscio gli suggerisse dei riferimenti al 18 (la Luna) in Personalità Profonda di Barrett. Il quale non a caso viene considerato un “lunatico”. Era un medium, aveva un segreto da rivelare o da tener per sé. Una forte intuizione che quando non veniva utilizzata lo rendeva depresso e si perdeva nell’immaginario (come in un rave?) aiutandosi spesso con droghe psicotrope che lo porteranno all’isolamento. Questo senso di isolamento scaturisce anche da un 21, il Mondo, nel sociale, che, vissuto in conflitto, porta “la danza creatrice” a diventare un ballo da ubriaco senza alcun fine se non quello di farlo sentire perso e solo al mondo; facendogli perdere il senso di libertà tipico di questo numero e imprigionandolo in uno stato negativo.

 Il 13 (la carta senza nome) in conflitto lo porterà ad aver paura della morte, quindi dei cambiamenti importanti e ad avere scatti di collera mentre avrebbe dovuto “semplicemente” essere il promotore di grandi cambiamenti radicali, quali quello della musica che proponeva e che ispirò sempre i Pink Floyd. Un 16 (La Casa Dio) in strumento fa di lui un festaiolo a suo modo; un esplosione creativa che ritroviamo nella musica dei Pink Floyd e nei suoi quadri.

Trovo che questo articolo sulle mappe di un gruppo faccia notare come persone con gli stessi numeri possano vivere in Talento o in Conflitto ogni situazione, vorrei dunque ricordare ai lettori che nulla accade per caso e che si può scegliere di migliorare se stessi per vivere una vita in Talento.

Se sei arrivato fin qui l’universo cerca di dirti qualcosa…

Illumina il tuo cammino

Francesca Mamone

Lascia un commento