relazione meravigliosa amorosa in bici 50 sfumature di bio
50 Sfumature di Bio – Il più importante evento sulla Relazione Amorosa
15 maggio 2018
E la Tua… Funziona?
1 giugno 2018

Perché la Relazione Amorosa è l’ambito più importante della nostra vita?

la relazione amorosa maschile e femminile matteo arfanotti

La Relazione Amorosa è l’ambito più importante della nostra vita.

Molti rimangono quasi scioccati quando facciamo questa affermazione a proposito della Relazione Amorosa.

<<Ma come?>>, si pensa, <<che c’entra un’altra persona nel mio benessere personale?>>.

Eppure, abbiamo vari elementi per affermare questa nostra certezza.

Il primo lo ricaviamo osservando l’albero sephirotico della Cabala: l’elemento centrale e che si collega a tutti è “Tiferet”, che rappresenta il cuore di tutto l’albero, e nella Mappa dei Talenti corrisponde proprio all’ambito de “La Relazione Amorosa”.

Ciò significa dunque che la Relazione Amorosa nutre tutti gli ambiti! Così come il cuore nutre ogni singola cellula del nostro corpo.

Allo stesso tempo, è da tutti gli ambiti nutrita, o meglio, da tutti gli ambiti DEVE essere nutrita.

Più terra terra?

L’Innamoramento e l’Amore sono due energie, molto simili, che fanno sì che siamo in una condizione molto positiva e  quindi attraiamo cose belle.

Hai già sperimentato? Sei d’accordo con noi?

È ormai risaputo, dopo anni di studi scientifici, che l’innamoramento è un turbine di energia dato da una fortissima scarica di ormoni. E la cosa straordinaria è che l’innamoramento può sopraggiungere a qualsiasi età, se gliene diamo la possibilità! E può durare per sempre se si compie una “manutenzione” costante della Relazione!

In una Relazione Amorosa poi, dove all’innamoramento si affianca l’Amore, possiamo trarre tutti i benefici derivanti dalla secrezione di una serie di ormoni, quali la dopamina, le endorfine, la adrenalina e l’ossitocina.

Quando amiamo, quando ci innamoriamo, siamo più propensi a prenderci cura di noi stessi…  Capiamo che per amare l’altra persona dobbiamo innanzitutto amare noi stessi.

Qualcuno diceva, estendendo però a tutta l’umanità, “Ama il prossimo tuo come te stesso”.

Non meno: se amassimo il partner meno di noi stessi non staremmo contribuendo alla diffusione dell’Amore nel mondo, non staremmo evolvendo, non staremmo imparando niente.

Non più: se amassimo il partner più di noi stessi, non staremmo amando noi stessi, ci staremmo svalorizzando.

Amarlo allo stesso modo: significa capire che non c’è che Uno. Amando l’altro sto amando me stesso e tutto l’Universo!

E amando me stesso, sto amando l’altro.

Riconoscendo il Divino che è nell’altro, sto riconoscendo il Divino che è in me.

Alle volte invece, per paura di soffrire, non ci lasciamo andare all’Amore e non consentiamo all’altro di amarci veramente.

Ce ne stiamo troppo sulla difensiva: “e se poi mi tradisce? E se poi mi lascia? E se poi…?”

Tanto valeva “morire da piccoli”!

Altre volte invece trasformiamo l’altro in un altare, e ci rendiamo miseri, meschini, andando a elemosinare dall’altro tutte le attenzioni di questo mondo, sentendoci però così senza alcun valore.

Ci sta, è nella vita fare tutte queste esperienze!

Ma poi arriva un momento in cui è necessario capire che non ci sono differenze fra noi stessi e l’altro.

Abbandoniamoci all’Amore!

A tutti i livelli: se non è spirituale, intellettuale, emozionale, sessuale e corporeo non è vero Amore!

Per essere davvero Amore, l’Amore deve essere sentito e vissuto a tutti i livelli.

Non esiste l’amore platonico: sarebbe come dire che un piatto di amatriciana ci nutre solo guardandolo o solo pensandolo.

Non basta il sesso: la genitalità NON è sessualità. (Ma di questo parleremo approfonditamente nel corso “50 sfumature di Bio”).

L’Amore deve funzionare a tutti i livelli: il livello sessuale inoltre rimette in moto quell’ambito che noi chiamiamo “Equilibrio”, e che è legato anche al lavoro, ai soldi e più in generale all’energia interiore.

Diciamoci la verità: non ruota tutta la nostra Vita intorno all’Amore?

Quando non c’è, è come una frittata senza olio né sale.

La coppia è un terzo elemento che si crea quando due persone entrano in relazione con l’Amore: e della coppia è necessario prendersi cura!

Tanto quanto prendersi cura di se stessi singolarmente.

Se infatti, una volta formatasi la coppia, si continua a pensare a sé solo individualmente, non si permette alla coppia di crescere. È come un bocciolo di rose bellissimo, che però rimane per sempre tale e non sboccia mai.

Peggio: se non si fa crescere la coppia come quando si gonfia il pallone di una mongolfiera, che poi la fa volare, la coppia si trasforma in un macigno che trascina in basso le due persone, sino a diventare solo un gravoso peso di cui liberarsi.

Perché allora non occuparsi della coppia (o delle coppie, se qualcuno ne avesse più di una) e trasformarla nel motore Ferrari che può essere per la nostra vita? ☺

Per chi fosse curioso di come si può rendere la propria Relazione Amorosa il fulcro radioso della propria vita, ho messo a punto un seminario esclusivo dal nome “50 sfumature di Bio”..:)

A questo link trovi tutti i dettagli..:)

Se avessi qualche curiosità su quanto scritto in questo articolo, commenta pure qui sotto, risponderò al più presto..:)

Illumina il Tuo cammino

Mau e il Team di progettohorus.it

Lascia un commento